Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 3 giorni fa

Comune di Tramonti

Tu sei qui: Conosci la cittàDicono di noiArticolo de "IL MATTINO" del 12/03/2012

Aggiungi ai preferiti Trasforma questa pagina in PDF Stampa questa pagina Segnala via e-mail

Condividi:

fb-like
g-plus

Articolo de "IL MATTINO" del 12/03/2012

Scritto da rossano, giovedì 3 dicembre 2015 11:46:02

Ultimo aggiornamento giovedì 3 dicembre 2015 11:46:02

Chat, forum e streaming: la costiera si mette in rete

Né muri scrostati, né banchi rotti a Tramonti. Ma pareti colorate di giallo, arancione e rosa, e laboratori di ultima generazione dove le famose tre I - inglese, informatica, impresa - sono una realtà a portata di mano. L'Istituto Comprensivo Giovanni Pascoli di Tramonti da anni può essere definito un buon modello scolastico dove, nonostante i tagli, grazie all'introduzione dei regolamenti sull'autonomia, cerca di sconfiggere una crisi che attraversa il mondo della scuola. Ed è al passo con i tempi: sabato libero ma lezioni quotidiane che terminano alle 16:30. Dai bambini delle materne ai ragazzi delle secondarie: una mensa interna assicura pasti caldi. E a merenda, per sconfiggere l'obesità infantile, viene distribuita per tre giorni alla settimana, frutta fresca grazie al progetto "Frutta nelle scuole".

E' guardando la realtà dei singoli istituti che si comprende il significato del termine Pof - Piano dell'Offerta Formativa - che può essere un motore di traino per ogni scuola. Dal 2002, con il preside Alfonso Memoli (ora in pensione), si è costituita una rete telematica delle scuole in Costiera amalfitana, sconfiggendo l'isolamento e la scarsa conoscenza delle altre realtà che fanno parte di uno stesso territorio. Cinque istituti comprensivi - materne, primarie e secondarie - sono così in rete: Maiori, Minori, Positano, Ravello e Tramonti. Significa che la collaborazione in materia di programmazione, progettazione e formazione, è alla base di tutto. Su un sito internet (www.scuolecostieraamalfitana.it ) vengono diffuse le esperienze didattiche, con chat forum e diretta streaming di iniziative pubbliche. In questi anni il confronto e la ricerca anche storica è stata su usi, costumi e tradizioni che rischiano di scomparire. A fine anno scolastico una pubblicazione sintetizza il lavoro svolto. Ora si è impegnati con temi che riguardano l'ambiente. Capofila del progetto è proprio Tramonti. Nelle aule così si parla di dissesto idrogeologico per far comprendere meglio ai ragazzi il perché di una tragedia come l'alluvione di Atrani. <<Questi momenti di confronto - spiega la preside Luisa Patrizia Milo - fanno crescere gli alunni avvicinandoli a temi attuali e aprendoli all'esterno. E' un'esperienza che arricchisce tutti, anche i genitori >>.

Alle pareti del laboratorio artistico-espressivo intitolato "Lo spazio dell'animo" c'è anche il tocco dell'artista Mario Carotenuto, nato proprio in questa terra. Qui i ragazzi possono dar vita al loro ingegno artistico. E magari tra di loro, grazie all'input ricevuto, potrà nascere un altro bravo pittore.