Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 17 ore fa

Comune di Tramonti

Tu sei qui: Conosci la cittàDicono di noiArticolo de "IL MATTINO" del 23/06/2011

Aggiungi ai preferiti Trasforma questa pagina in PDF Stampa questa pagina Segnala via e-mail

Condividi:

fb-like
g-plus

Articolo de "IL MATTINO" del 23/06/2011

Scritto da rossano, giovedì 3 dicembre 2015 12:22:28

Ultimo aggiornamento giovedì 3 dicembre 2015 12:22:28

NEL VALLONE E NEL TORRENTE UN FIUME DI RIFIUTI

Tramonti. C'è di tutto e di più nei valloni della Costiera Amalfitana. Dalle bombole di gas a vecchie reti per materassi. Dagli elettrodomestici alle bottiglie di plastica e di vetro. Persino copertoni di auto e pannolini per baby e per adulti. A ritrovare questo immenso quantitativo di atavici rifiuti, sono stati i componenti del gruppo volontario che si è costituito a Tramonti con l'intento di ripulire tutti valloni del paesino montano. E l'ultimo intervento, in ordine di tempo, si è svolto domenica in prossimità della Cappella Rupestre di Gete. Più precisamente nel torrente Caro dove i volontari sono scesi a recuperare rifiuti di ogni genere: dagli ingombranti al secco indifferenziato. «Rifiuti, che sicuramente sono stati sversati da chi non ha civiltà e non conosce le regole della civile convivenza, del rispetto della natura e della tutela dell'ambiente in cui vive con i propri figli» dicono i protagonisti di queste giornate ecologiche che si propongono di restituire all'ambiente decoro e sicurezza. Giunte quest'anno alla loro quinta edizione, le attività di pulizia dei valloni, per le quali profondono il loro impegno una decina di volontari, sono state fortemente volute dall'amministrazione comunale guidata dal sindaco Antonio Giordano, che le ha trasformate in un appuntamento fisso (si svolgono ogni seconda settimana del mese), con l'intento di mettere in risalto l'educazione, il rispetto, la salvaguardia e la sensibilizzazione all'ambiente. «Tramonti, il polmone verde della Costiera, si prodiga attraverso l'assessorato all'ambiente con l'ausilio della protezione civile, il servizio civile, lo sportello informagiovani, associazioni del territorio, volontari, dipendenti del consorzio e del comune nel contribuire a migliorare la qualità della vita» spiega il sindaco Antonio Giordano che ha partecipato alla pulizia del vallone di Gete insieme con i volontari, tra i quali gli assessori Vincenzo Savino e Salvatore Giordano. E sono stati anche loro a rimuovere, con l'ausilio di una carrucola e di un mezzo compattatore, quei rifiuti atavici, arrugginiti che giacevano da decenni in quelle vallate e che costituiscono un serio pericolo per il deflusso della acque piovane. Domenica, nel polmone verde della Costa d'Amalfi, i volontari, che stanno ripulendo una volta al mese tutti i bacini della cittadina montana, hanno recuperato l'inverosimile. E sono pronti a rimettersi a lavoro a luglio quando saranno chiamati a un'atra estenuante giornata di lavoro per far si che la natura non conviva perennemente con rifiuti ingombranti. Mario Amodio.