Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 23 ore fa

Comune di Tramonti

Tu sei qui: Conosci la cittàDicono di noiArticolo de "LA CITTA' " del 14/06/2013

Aggiungi ai preferiti Trasforma questa pagina in PDF Stampa questa pagina Segnala via e-mail

Condividi:

fb-like
g-plus

Articolo de "LA CITTA' " del 14/06/2013

Scritto da rossano, giovedì 3 dicembre 2015 11:37:35

Ultimo aggiornamento giovedì 3 dicembre 2015 11:37:35

Premio letterario - Breda e Mounard

Domani Mounard sarà tra gli ospiti del Premio artistico - letterario "Città di Tramonti", istituito dall'Informagiovani locale e dedicato alla memoria di Pietro Tagliafierro, ragazzo disabile che amava scrivere poesie. <<La via dell'arte non è preclusa a nessuno>>: questo il messaggio che lanciano gli organizzatori. Perché Mounard partecipa a un premio letterario? Sono artisti i pittori, gli scultori i musicisti ma, a modo loro pure i calciatori, "artisti della pedata". Al punto che lo sport, quando è praticato e quando è spettacolo da offrire al pubblico, diventa scuola di vita, di valori, di creatività di...idee. Non a caso, il dibattito al quale parteciperà domani (ore 10, Aula Consiliare Comune Tramonti) il francese è intitolato "Idee in movimento, movimentiamoci con le idee". Cos'altro è un assist per Ginestra, se non un'idea in movimento? "Geniale" anche un tiro arcuato che partì a Foligno dal piede di Mounard e si spense nel sette. Arte è anche equilibrio, gioco di forme. I "maliziosi" dicono che Mounard sia anarchico e che... gli occorrano due palloni. Dicono pure che Perrone la pensi allo stesso modo. Il trequartista, che a Salerno vuol mettere radici impugna il contratto, "risponde" godendosi uno scorcio mozzafiato di costiera in compagnia di altri due allenatori. A Tramonti, dietro la scrivania, ci saranno Delio Rossi, Roberto Breda. Da tecnico e metromono del centrocampo granata hanno fatto la storia della Salernitana. Poi è arrivato Perrone ed ha scritto un altro pezzetto di storia, vincendo due campionati di fila a Salerno.